Fuori (e dentro il) tempo

Il 2014 é stato uno degli anni più frenetici e stancanti che abbia mai vissuto. Così nevrotico che, di questi suoi ultimi mesi, non ho neanche preso coscienza. Sono così “fuori dal tempo” che mi é persino capitato di associargli alcuni fatti del 2013!

Mai, come in quest’ultimo periodo, ho avuto l’impressione di non essere padrona dei miei giorni.

Sembrava ieri, Agosto. E invece questo (ormai trascorso) era Dicembre.

Ora, non voglio certo perdermi nei bilanci di fine anno – sono dannosi e mi fanno solo deprimere. Semplicemente sono qui per ricordare, con alcuni scatti domestici, alcuni attimi di quest’ anno intensissimo. Momenti che ho catturato negli unici giorni di attesa, di pausa vera, da tutto questo incessante scorrere del tempo.

***

I’ll remember 2014 as one of the most hectic and frenzied years of my life. Time went by so fast, that I couldn’t even realize the passing of last months. I’m so tired that, in my memories, I’ve placed events of 2013 in 2014! 

I’ve never felt so deprived of my time, as this year.

Yesterday, it was August. Today, December is waving goodbye.

Now, I won’t waste a second with year-end considerations – they’re so useless and depressing. I’m here just to remember some moments of this feverish year. Instants I held during the only days in which I took a true break from the ceaseless passage of time.

28.10.2014

31.10.2014 - 1

31.10.2014 - 2

31.10.2014 - 3

31.10.2014 - 4

01.11.2014 - 1

01.11.2014 - 2

30.10.2014

all the pictures taken with Canon EOS 1000D

***

Enjoy!

4 thoughts on “Fuori (e dentro il) tempo

  1. Che piacere rileggerti e vedere queste nuove foto, hmmm abbiamo cambiato stile🙂
    Mi piacciono questi frammenti di realtà che lasciano molto spazio alla nostra fantasia, brava!
    Il fotografare non le cose ma quello che c’è fra le cose è sempre interessante. E tu sei riuscita a farlo in modo molto elegante.
    la frenesia speso ci prende tutti, a volte riusciamo a liberarci, altre volte no e allora dobbiamo imparare a conviverci!
    robert
    PS: iniziavo a preoccuparmi per questo lungo dopo Praga…

    • Grazie Robert!
      E’ vero che la frenesia può travolgerci, ma credo che l’altro lato della medaglia sia proprio una maggiore ricerca, e consapevolezza, di quei piccoli dettagli quotidiani che per un attimo ci danno l’illusione di poter fermare il tempo.

    • Thank you for stopping by Katie!🙂
      I think that the other side of experiencing such a hectic year is just our need to ease off.
      The place we call Home, with all its everyday little things, can help us to find the quiet we need.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...