Oneself – 2

rage

Polaroid SX 70 Sonar OneStep and Impossible PX 100 Silver Shade, 

@my temporary home

Questa è una Polaroid che ho scattato qualche mese fa, in uno dei momenti più difficili per la mia emotività. E’ l’icona della mia rabbia, del confronto scomodo con la parte più buia di me.

***

I took this Polaroid some month ago, in one of the most difficult moments for my emotional side. It’s now the icon of my rage, the uncomfortable comparison with my dark side.


Annunci

6 thoughts on “Oneself – 2

  1. Mi sono fatta degli autoritratti poco tempo fa, in un periodo non brutto, ma di confusione sicuramente. Non riesco a pubblicarli, ma ci vedo un’altra Silvia. Devo dire che è un’ottima terapia questa della fotografia.

    • Esatto. A me aiuta tantissimo a “collocare” quello succede dentro di me. Fa in modo che io gli dia uno spazio, una sua dimensione. E poi mi aiuta a ricordare. Penso che sia un ottimo modo per vedere come (e se) siamo cambiati.

  2. Certamente una fotografia intensa, molto. Arrabbiarsi e dire basta può essere un buon punto di partenza, il viaggio non sarà facile ma ne varrà la pena. E se la fotografia ti terrà compagnia sarà un poco meno duro. E’ il bello del fare fotografia.
    robert

    • Non pensavo che la fotografia fosse così terapeutica e che mi potesse aiutare così tanto a cambiare prospettiva – o quantomeno a provarci. E’ una scoperta sorprendente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...